28 Novembre 2014

“Da Martedì 16 Dicembre “NOMORETATO”, il quarto disco della band romagnola COSMETIC, sarà disponibile nei negozi in CD, LP e digitale su tutti i principali store online.

Tutti i dodici brani del disco sono stati registrati in analogico su nastro, con la supervisione, prima volta in assoluto per i COSMETIC, di un produttore artistico: quella di Claudio Cavallaro, chitarrista, cantante e mente dei Granturismo, nonché deejay e appassionato di storia della musica. Ogni canzone rispecchia in pieno l’approccio sonoro vissuto in sala di incisione, molto più libero e ispirato rispetto ai precedenti dischi, sia nella ricerca dei suoni che nell’esecuzione dei brani. Poche correzioni e molta voglia di catturare il momento magico. Fanno la loro prepotente comparsa Farfisa, Fender Rhodes e altre tastiere, cembali, percussioni, echi anni ’70 e molti cori, grazie anche all’apporto fondamentale del nuovo elemento della band, Ivan Tonelli, già attivo con i progetti discografici “Urali” e “Shelly Johnson broke my heart”.

La scelta del titolo, “NOMORETATO”, nasce fin dalle prime fasi di stesura dei brani. “NOMORETATO” rappresenta un senso di unicità, di libertà e mistero. È la ricerca continua di una propria strada, del proprio vero “io”, è combattere l’illusione che si possa fermare il tempo, a quello che si sa e a quello che si è, quando la vita, invece, richiede costantemente il ricredersi, il cambiare ed il ricominciare ogni volta, di nuovo, nuovi.

Rispetto agli album precedenti “NOMORETATO” è un disco – come gli stessi COSMETIC ci confidano – “molto più figlio del momento in cui è stato registrato. Ci siamo chiusi cinque giorni nella nostra sala prove con Claudio e il suo registratore a nastro, con la volontà di coinvolgerci con tutto il suo background di musica nera e soul anni 70. I pezzi erano definiti ma in realtà hanno molto assorbito dell’atmosfera che si respirava in quei giorni”.

Hanno suonato sul disco:

Bart: voce, chitarre, synth, arpa, cembalo.
Mone: Batteria
Emily: Basso
Ivan: Chitarra, voce, synth
Alice Berni: synth crumar, handclap
Claudio Cavallaro: piano rhodes, farfisa, piano,  cembalo, handclap”