29 Luglio 2019

Siccome la vita del musicista precario è difficile durante questo anno abbiamo dovuto rinunciare a un buon numero di concerti e non è cattiveria ma proprio che è impossibile riuscire a incastrare tutto con le vite e coi lavori e ci dispiace molto per chi ci aveva chiamato e non siamo riusciti (cazzo Brek a te addirittura ne abbiamo rifiutate 3!!!). Adesso abbiamo trovato questa formula che risolve parzialmente alcune situazioni, si va in due, Bart e Alice e si canta in due e si suona in due. Qualcuno lo ha definito “canzoni di una violenza trattenuta”. Diamo modo così al pubblico di fruire di un live del tutto simile a quello con band per armonie e elettricità, pur senza impatto e alto volume. Va bè tutto questo per dire che faremo alcune date in duo, intimo e elettrizzato.